Mit oder ohne MwSt.?
Wenn Sie nichts wählen werden die Preise mit MwSt. angezeigt.
 

Seghe giapponesi

Perfezione con tagli netti

 
1 da 7
1 da 7

Competenza dell'esperto

Tagli precisi, superfici pulite, nessuna rettifica - artigianato del legno alla perfezione!

Horyu-ji-Tempel bei Nara
Tempio di Horyu-ji a Nara

L'artigianato del legno in Giappone ha una lunga tradizione. Già nel 300 a.C. per la lavorazione del legno si utilizzavano strumenti di ferro come asce, accette, scalpelli e i primi predecessori della nostra attuale pialla. Solo subito dopo si utilizzarono le prime seghe. Nel giro di due millenni di costruzioni in legno, le seghe primitive mutarono in sofisticati strumenti ad alte prestazioni. Ancora oggi in Giappone imponenti palazzi e templi come il Tempio di Horyu-ji, costruito oltre 1300 anni fa presso Nara (vedi foto sopra), testimoniano l'alto livello di sviluppo del primo artigianato del legno giapponese.

I vantaggi delle originali seghe giapponesi DICTUM :
  • Massima qualità dell'acciaio
  • Dente per dente temprato ad impulsi (affilatura di lunga durata con la stessa durezza dei denti)
  • Servizio di sostituzione delle lame
  • Controllo di qualità in loco a Plattling
  • Allicciatura uniforme (nessuna deviazione)
  • Certificato di provenienza
  • Impugnature senza sostanze tossiche (tutte le impugnature di plastica vengono regolarmente testate)
Come si riconosce un'originale sega giapponese DICTUM?
Das Original-Banderole
La sega è riconoscibile dall'etichetta DICTUM sulla confezione o sulla lama della sega.
 
Zahnprüfung am Mikroskop Controllo dei denti al microscopio
Sägetest Prova della sega
Qualitätskontrolle im Hause Dictum Controllo di qualità nella sede DICTUM
 
I vantaggi delle seghe giapponesi :
1. Ridotte forze di taglio grazie a lame sottili Geringe Schnittkräfte durch dünne Blätter

Le seghe convenzionali vengono spinte. Ciò richiede lame relativamente forti, per garantire una stabilità sufficiente. Le seghe giapponesi tuttavia vengono tirate. Le lame possono essere realizzate molto sottili perché sono sotto tensione di trazione e non si possono piegare. I giunti di taglio sono significativamente più fini e le forze di taglio necessarie sono nettamente inferiori.

Il vostro vantaggio:

Lavoro senza fatica e pochi segni d'usura del materiale.

2. Superfici di taglio pulite tramite speciali dentature
  • Dentatura trapezoidale Trapezverzahnung

    Preferito per tagli trasversali alla fibra. I denti con affilatura bidirezionale e tre smussi taglienti troncano le fibre del legno come un rasoio tagliente e lasciano le superfici molto pulite.

  • Dentatura triangolare Dreiecksverzahnung

    Per tagli longitudinali alla fibra. Il passo dei denti varia in lunghezza per facilitare l'imbocco e migliorare l'effetto.

  • Dentatura universale Universalverzahnung

    Una forma mista dei tipi di dente menzionati, per tagli trasversali, longitudinali e diagonali alla fibra.

Grazie alle dentature speciali, affilate come coltelli, vengono generate delle superfici di lavorazione pulite che di norma non devono essere più ripulite con lo scalpello o la pialla.

Risultato:
  • Risparmiano tempo.
  • I bordi di taglio non si sfilacciano anche con legno fibroso.
Il vostro vantaggio:

Il risultato di lavoro è visivamente accattivante.

Tipi di seghe:
  • Dozuki Dozuki

    Sega universale con rinforzo posteriore e di conseguenza una profondità di taglio limitata. Per tagli sottili e superfici fini.

  • Kataba Kataba

    La Kataba è una robusta sega senza rinforzo posteriore per tagli profondi, lunghi e a filo.

  • Ryoba Ryoba

    La Ryoba è una sega dentata su due lati con dentatura trapezoidale e triangolare. La forma ottimale dei denti è sempre disponibile per tagli trasversali e longitudinali alla fibra.

 
Consigli dell'esperto
  • Tecnica di taglio

    Segare compiendo uno sforzo minimo e movimenti uniformi, che corrispondono a circa 2/3 della lunghezza della lama. La sega si »aggrappa« a causa del suo proprio peso e della forma del dente stesso. Meno è lo sforzo, migliore di norma risulta il taglio. Durate il taglio con la sega modificare l'angolo d'inclinazione della sega (deviazione di taglio curvo). Le prestazioni di taglio migliorano e la dentatura rimane libera.

  • Incisione

    Per l'incisione di rebbi o code di rondine applicare innanzi tutto la sega ad angolo piatto e segare lungo la marcatura, poi inclinare la sega in una posizione ad angolo retto e segare a terra.

  • Marcare

    Evidenziare con un pennarello per tagli precisi con un marcatore invece di una matita. Posizionare la sega in modo che la linea sia ancora visibile.

  • Quali dimensioni hanno le seghe?

    Regola generale: la lunghezza della lama della sega dovrebbe essere almeno il doppio della lunghezza di taglio (spessore del pezzo).

  • Vibrazioni

    Se la sega non funziona correttamente, è possibile modificare l'angolo di attacco (20-90°) al pezzo. Assicurarsi che il pezzo da lavorare sia poggiato su una superficie solida e/o venga serrato senza vibrazioni.

  • Segare Ansägen

    Posizionare la sega nella zona posteriore (vicino all'impugnatura) e utilizzare l'unghia del pollice come guida. Iniziare il taglio con corse brevi.

  • Guida centrica Zentrische Führung

    Guidare la sega simmetricamente al campo visivo affinché la marcatura sia a portata di vista.

  • Sega a doppia impugnatura Beidhändiges Sägen

    Per i pezzi più grandi si raccomanda una guida a doppia impugnatura, la mano che tira (destra) sull'estremità posteriore dell'impugnatura e la mano di guida (sinistra) vicino al codolo.

  • Tagli di disfacimento Auftrennschnitte

    Un piccolo cuneo è guidato nel giunto di sega, impedisce nei tagli longitudinali un bloccaggio della lama e facilita il taglio con la sega.

  • Tagli a troncare Ablängschnitte

    Con il taglio su ogni lato sul perimetro la guida e la precisione di taglio migliorano, soprattutto per grandi sezioni trasversali.

 
Quale sega dovrei scegliere?

In base alla distinzione di forma (Dozuki, Kataba, Ryoba, sega pieghevole) e del campo d'impiego (legno, materiali per pannellatura, plastica, metallo), e direzione di taglio (trasversale, longitudinale o diagonale alla fibra), ci sono tre fattori che sono importanti per la scelta della sega giusta.

Queste caratteristiche distintive sono:

  • Spessore lama
  • Allicciatura
  • Passo del dente
Funzione e definizioni terminologiche:
normale Sägen
Seghe normali
Silky- und Deluxe-Sägen
Seghe Silky e Deluxe
Einfache Sägekorrektur
Correzione semplice della sega
Schwierige Sägekorrektur
Correzione difficile della sega
 
  • Spessore lama

    Più sottile è lo spessore della lama, più veloce ed efficiente risulta il taglio. Le seghe giapponesi e le seghe a tirare possono essere più sottili rispetto alle seghe tradizionali perché sono sotto tensione di trazione.

    Lo spessore della lama in quasi tutte le seghe è costante dal dorso alla dentatura. Un'eccezione è data dalle seghe Silky e dalle seghe realizzate a mano. Per questi modelli, lo spessore vero e proprio della lama è misurabile sul dorso, perché presentano una rettifica concava.

  • Allicciatura

    L'allicciatura influisce sulla correggibilità del taglio della sega, sulla finezza della superficie di taglio e sulla forza da esercitare.

    L'allicciatura definisce la piega dei denti della sega alternandosi a destra e a sinistra. Dove vengono misurate queste dimensioni, non è tuttavia stabilito con uniformità. Per una più facile comprensione, indichiamo nell'allicciatura lo spessore della lama della sega sulla dentatura. Questa dimensione corrisponde alla larghezza del giunto di taglio. Di norma tutte le lame sono allicciate, un'eccezione è data dalle seghe Silky già menzionate in alto. L'allicciatura dei denti permette alla lama della sega di »tagliare liberamente« e la lama non poggia con l'intera superficie laterale nel giunto. L'attrito sarebbe altrimenti molto grande e di conseguenza molta forza dovrebbe essere applicata durante il taglio con la sega. Nelle seghe Silky e in quelle realizzate a mano, compiendo un grande sforzo la lama viene rettificata e scavata per la sua larghezza e ciò permette delle superfici di taglio estremamente pulite con ridotta larghezza del giunto di taglio.

    Dall'allicciatura e dallo spessore della lama si può calcolare una dimensione che indica la correggibilità della lama della sega e la pulizia della superficie di taglio. A tale scopo lo spessore verrà detratto dall'allicciatura. Se questa misura è compresa tra 0,15 e 0,35 mm, la direzione della sega si può correggere facilmente. In fase di taglio nella zona di legno umido o per tagli più grossolani, la misura deve essere compresa tra 0,15 e 0,35 mm.

    Una correzione è più difficile per il taglio con un valore compreso tra 0,1 e 0,15 mm. Ma questo ha il vantaggio di eseguire dei tagli precisi e di non dover eseguire altre correzioni. La misura calcolata è anche determinante per la superficie di taglio. Più alto è il numero, più segni vengono lasciati sulla superficie di taglio; si richiede anche meno forza durante il taglio con la sega. Al contrario, un numero più piccolo consente una superficie di taglio molto pulita.

    Importante:

    Allicciatura meno spessore della lama = valore compreso tra 0,15 e 0,35 mm

    • Semplice correzione del taglio della sega
    • Sforzo inferiore

    Allicciatura meno spessore della lama = valore compreso tra 0,1 e 0,15 mm

    • La sega taglia dritto senza correzione della direzione di taglio
    • Superfici di taglio estremamente pulite
  • Passo del dente

    In base al passo del dente si può leggere con quanta rapidità la sega taglia (avanzamento) e quanto fine risulta la superficie di taglio.

    Se il passo dei denti è grande, più materiale può essere trasportato dal giunto e la sega riesce a tagliare più velocemente. Anche la superficie di taglio non è del tutto pulita con un passo grande dei denti, perché soltanto pochi denti lavorano la superficie di taglio. Un passo piccolo del dente, tuttavia permette delle superfici di taglio estremamente pulite, perché intervengono molti denti. I denti sono tuttavia più piccoli, non vanno tanto in profondità durante la corsa e non possono portare via tutto il materiale attraverso piccole intercapedini per i trucioli.

    Ecco una sintesi:

    Passo del dente tra 1,5 e 3,5 mm (con dentatura trapezoidale e universale)

    Passo del dente tra 4 e 5 mm (con dentatura triangolare)

    • Rapido raggiungimento dell'estremità di taglio
    • Superficie di taglio leggermente più grossolana

    Passo del dente tra 1 e 1,5 mm (con dentatura trapezoidale e universale)

    Passo del dente tra 3 e 4 mm (con dentatura triangolare)

    • Superfici di taglio estremamente pulite
    • Prestazioni di taglio leggermente inferiori (avanzamento)

    Il passo dei denti viene misurato dalla punta di un dente a quella successiva. Nel catalogo questa misura è indicata sempre dietro al tipo di dentatura (ad esempio: dentatura trapezoidale 1,5 mm).

Ultimo articolo visualizzato